Skip to main content
  • Highly specialized in  railway construction work

    Highly specialized in
    railway construction work

  • High speed

    High speed

  • Maintenance

    Maintenance

  • Electrification

    Electrification

  • Renewal / Rehabilitation

    Renewal / Rehabilitation

  • Signalling

    Signalling

  • Construction

    Construction

  • Metro Lines

    Metro Lines

  • Present everywhere

    Present everywhere

  • Highly specialized in  railway construction work
  • High speed
  • Maintenance
  • Electrification
  • Renewal / Rehabilitation
  • Signalling
  • Construction
  • Metro Lines
  • Present everywhere
Sixty-five years of history...

Sixty-five years of history...

We have over 60 years of excellence in the railway infrastructures field. We especially focus on innovation and performance times. Experience, efficiency, speed and reliability are the keywords in our Mission.

Read more

... of investments in machinery and technology...

... of investments in machinery and technology...

We rely on a large pool of high-efficiency production machinery
so that GCF can compete on an international scale in terms of services, lead time, safety and process and product quality.

Read more

...of projects in Italy and abroad.

...of projects in Italy and abroad.

Experience, recent technologies, modern machines:
GCF takes up the challenges directly on site to overcome obstacles, innovate processes and finalise its organisational and execution models.

Read more

Railway works are our business

Generale Costruzioni Ferroviarie: Highly specialized in railway construction work

Our sites do our talking for us

Railway Superstructures

Railway Superstructures

From new track
to High Speed

Electrification

Electrification

Overhead power lines,
overhead catenary line

Metro and Trams

Metro and Trams

Urban
transport

Signalling

Signalling

ACEI, BACC
CTC, SSE

Omnia System Cantilever

Omnia System Cantilever

a single System Cantilever for all lines

Pai-Pl, la tecnologia a servizio della sicurezza

There is still no translation available.

Level Crossing Protection (LCP) è un sistema PAI-PL a tecnologia radar progettato per il controllo automatico dell’attraversamento di passaggi a livello dotati di barriere complete.
Il suo scopo è di rilevare la presenza di ostacoli rimasti intrappolati all’interno del passaggio a livello durante la chiusura delle barriere, evitando in tal modo il rischio di collisioni tra veicoli e treni e garantendo la sicurezza dei passaggi a livello.

LCP esegue il monitoraggio dell’area del PL mediante sensori radar installati su apposite paline di sostegno a loro volta collegate ad una logica di controllo fail-safe che si relazione con l’Impianto di Segnalamento (IS).
Quando le barriere dei passaggi a livello si chiudono i sensori radar scansionano l'area del PL e, se viene trovato un ostacolo, la logica di controllo del sistema non eroga il segnale di consenso all’impianto di segnalamento, il quale provvederà ad impedire il passaggio del treno.

Nella sua configurazione “standard” il Sistema LCP 3.0 proprietario GCF si compone di 6 sottosistemi:

LCP GCF Sottosistemi

Sottosistema di Monitoraggio Area PL (SSM). Installato a piazzale su apposite paline è costituito essenzialmente da sensori radar dedicati a rilevare in modo sicuro lo stato di occupazione/libertà dell’area del passaggio a livello individuando eventuali ostacoli.
Sottosistema di Elaborazione (SSE). Unità logica fail-safe che raccoglie ed elabora le informazioni trasmesse da uno o più SSM e gestisce l’interfacciamento con gli impianti di Segnalamento.
Sottosistema di Acquisizione Video (SSAV) Costituito da una o più telecamere e dal software di gestione installato sul PC industriale interno all’armadio.
Sottosistema Raccolta Dati (SSRD) Costituito da PC e dispositivi/software necessari a raccogliere/storicizzare i dati da SSE e da SSAV ed a trasmetterle al Sottosistema di posto centrale.
Sottosistema di Posto Centrale (SSPC) Costituito da un server che si occupa della memorizzazione delle informazioni e dai client che le visualizzano agli operatori. Consente la supervisione dei vari impianti PAI-PL in linea (massimo 300 impianti, anche di fornitori deversi) connessi tramite architettura Client Server.
Sottosistema Diagnostico costituito dai Tools e dagli strumenti che permettono la configurazione, la verifica funzionale e lo scarico dei dati dal Sottosistema di Elaborazione.

L'opzione per la tecnologia radar, le dimensioni contenute degli elementi di sistema, le caratteristiche di interoperabilità e l'architettura Client-Server tale da renderlo compatibile con altri sistemi tecnologici PAI-PL costituiscono vantaggi competitivi qualificanti e misurabili in termini di flessibilità, economicità, affidabilità.


Configurazione del sistema Pai-Pl

Palina radar

Immune a eventi atmosferici

Palina radar

Sensoristica Radar a 77GHz
Ampio campo visivo (FOV)

Segnalamento

Segnale di Via impedita

Armadio LCP

Interfaccia con segnalamento

Convoglio bloccato

Blocco treno automatico

Reference Object

privo di alimentazione
per autotaratura radar

Reference Object

privo di alimentazione
per autotaratura radar

Area monitorata

Area monitorata: fino a 370mq
Ostacoli rilevati: da 40 cm

Acquisizione video

IP camera
Streaming a server centrale
  • Palina radar

    Immune a eventi atmosferici
  • Palina radar

    Sensoristica Radar a 77GHz
    Ampio campo visivo (FOV)
  • Segnalamento

    Segnale di Via impedita
  • Armadio LCP

    Interfaccia con segnalamento
  • Convoglio bloccato

    Blocco treno automatico
  • Reference Object

    privo di alimentazione
    per autotaratura radar
  • Reference Object

    privo di alimentazione
    per autotaratura radar
  • Area monitorata

    Area monitorata: fino a 370mq
    Ostacoli rilevati: da 40 cm
  • Acquisizione video

    IP camera
    Streaming a server centrale

Il Sottosistema di monitoraggio (SSM)

È composto tipicamente da una coppia di paline radar e da 2 Reference Object.
Le paline radar contengono nella parte posteriore l’elettronica di alimentazione e le giunzioni ottiche e sono dotate, nella parte anteriore, di sensori radar a 77GHz che scansionano costantemente l’area PL e, tramite connessione in fibra ottica, trasmettono informazioni all’Armadio LCP.

Alle paline radar, all’occorrenza estensibili a 4 elementi, sono affiancati da 2 a 4 “Reference Object”: posati esternamente all’area PL i “bersagli di riferimento”, elementi totalmente passivi (privi di alimentazione), permettono al sistema di auto-tararsi, diagnosticando e garantendo il corretto funzionamento delle apparecchiature.

Il sistema prevede, inoltre, l’installazione a piazzale, su palo VTR alto fino a 5 mt. di un “kit telecamera” ausiliario che, composto essenzialmente da una IP camera e da una cassetta di alimentazione, provvede alla trasmissione continua di immagini dell’area PL al Server centrale. Dall’Ufficio Movimento è così possibile all'occorrenza monitorare in diretta il Pl e verificare le cause per sui il sistema ha autonomamente attivato un blocco automatico della circolazione ferroviaria.

Le paline radar, su struttura metallica alta 1 mt, sono fissate approssimativamente alla stessa quota del piano del ferro, su apposite solette in CLS atte a prevenire la crescita di vegetazione davanti ai sensori. L’area di monitoraggio viene individuata e delimitata con esattezza mediante l’apposizione di appositi cordoli gialli ai margini della sede stradale.

Il Sottosistema di Elaborazione (SSE)

Secondo elemento del sistema LCP, provvede ad effettuare l’elaborazione delle informazioni trasmesse, tramite fibra ottica, da uno o più Sottosistemi di Monitoraggio, gestendo l’interfacciamento con l’impianto di segnalamento. È collocato in un Armadio LCP, solitamente installato negli spazi limitrofi al PL, in cui trovano posto anche Cavi di Alimentazione e Fibra MultiMode ed è connesso al Posto centrale tramite cavo IS 8x1, cavo di alimentazione e fibra singleMode (le connessioni di Linea).

Costituisce il vero "cuore" del sistema: comunita tramite Fibra Ottica con Paline radar, Ip camera e Posto Centrale; Riceve il segnale di chiusura del PL (contatti KPL); scansiona l’area PL grazie alle paline radar; decide se concedere il segnale di consenso (CsPAI); gestisce il relè di allarme (AllPAI); tramite il Sottosistema di Raccolta Dati (SSRD) provvede al salvataggio locale LOG e video.

Posto Centrale (PCCS) 

È la postazione centralizzata che consente la supervisione di vari Impianti PAI-PL (massimo 300 impianti, anche di differenti fornitori) esponendo le informazioni al personale di Movimento e di Manutenzione tramite architettura Client Server. In pratica, presso l’Ufficio Movimento (Posizione Unificata), un Server master riceve i dati di tutti i PAI-PL installati in tratta ed è in grado di rappresentarli su un solo monitor, evitando il proliferare di monitor in Ufficio Movimento.

Compatibilità Totale. Il PCCS GCF è conforme allo standard di interoperabilità IT268 che consente di condividere le informazioni con i PCCS di altri fornitori installando negli uffici Movimento una sola postazione per tutti i PL della tratta.

Pai Pl GCF Rete Dati


I Vantaggi della tecnologia Radar

L’impiego di tecnologia radar di derivazione automotive (usa gli stessi sensori installati sulle autovetture a guida autonoma) garantisce una totale immunità rispetto ai problemi di rifrazione ottica che, in condizioni meteo avverse, possono perturbare l’affidabilità delle tecnologie laser. L’alta frequenza di campionamento che li caratterizza rende i sensori radar affidabili ed efficienti in qualsiasi periodo dell’anno e in qualsiasi contesto climatico. Il sistema LCP è testato per sopportare condizioni meteo estreme: continua ad operare con pioggia fino a 100 mm/h (100 lt/h) per mq, con precipitazioni nevose (testato con accumuli fino a 30 cm) ed in presenza di nebbia anche in caso di visibilità orizzontale nulla.

  • Ampio campo visivo
  • Flessibile
  • Resistente
  • Basso consumo
  • Ampio campo visivo

    Ampio campo visivo (FOV)

    L’ampia FOV (Field of view ) dei sensori radar consente il monitoraggio sicuro di aree di ampiezza fino a 370 mq, 3 volte superiore all’estensione di 105 mq prevista dalle specifiche RFI.

    Sensoristica Radar con altra frequenza di campionamento a 77GHz

  • Flessibile

    Installazione flessibile

    Le ridotte dimensioni delle paline e degli elementi  del sistema a piazzale rendono il Sottosistema di monitoraggio (SSM) particolarmente flessibile, consentendone l’installazione in svariate posizioni e garantendone l’applicabilità anche in contesti critici.

    Per la sua installazione non sono necessarie onerose opere civili: è sufficiente realizzare una semplice soletta in CLS atta a isolare gli elementi dalla crescita di vegetazione.

  • Resistente

    Resistente nel tempo

    La tecnologia radar non necessita del supporto di organi di movimento. A differenza delle apparecchiature laser che devono esse montati su supporti mobili, i sensori radar non comportano l'uso di supporti meccanici delicati e critici, motivo per cui le paline e il sistema di monitoraggio risultano più resistenti nel tempo.

  • Basso consumo

    Basso consumo

    L’intero sistema, alimentato a rete, prevede un assorbimento compreso tra i 110 ed i 150VA, in funzione della tipologia di configurazione eseguita.

Tools di supporto

Manutenzione, configurazione, riprogettazione del sistema in caso di modifiche del PL possono essere svolte in completa autonomia grazie alla serie di tools di supporto, intuitivi e di facile impiego, forniti in licenza perpetua da GCF.

Sono disponibili, nello specifico, i seguenti Tool:
DeST (Design System Tool), applicazione che consente all’operatore di progettare l’installazione del Sistema PAI-PL, costruendo la planimetria con tutti gli elementi presenti.
DCT (Diagnostic and Configuration Tool), applicazione impiegata dal manutentore per il monitoraggio del sistema LCP e dei suoi sottosistemi.
RadarConfigurator, applicazione che consente all’operatore di impostare un nuovo identificativo ad un radar
VCT (Verification Configuration Tool) e VAL (Validation Tool), applicazioni che consentono di verificare e validare i file di configurazione del sistema.

News from GCF S.p.A

  • Industria FELIX awards GCF
  • With radar, safe level crossings on Bari-Taranto
  • Suite Rapide to complete the Chartres - Le Mans
  • Rejuvenates the historic "watchmakers' line"
  • Suite Rapide 2024: start in Limoges
  • Master Engineers 2024 kicks off
  • 11 years in Suite Rapide for France
  • Top 200 Builders: GCF Confirms the 8th position
  • Felix Industry: GCF in the Roll of Honor 2023
  • Sir2 in Padua at the starting line
  • Industria FELIX awards GCF

    High Honor of Accounting for managerial performance and financial reliability

    G.C.F. - Generale Costruzioni Ferroviarie S.p.A. receives the High Honor of Accounting from Industria Felix for managerial performance and financial reliability.

    Read more

  • With radar, safe level crossings on Bari-Taranto

    GCF's PAI-PL system to protect vehicles and convoys

    Level crossings along the Bari-Taranto line will be protected by PAI-PL (Level Crossings Automatic Supplementary Protection) technology radar devices. The intervention wanted by the operator Ferrovie del Sud Est was awarded in December to GCF - Generale Costruzioni Ferroviarie, which in recent weeks has completed the executive design.

    Read more

  • Suite Rapide to complete the Chartres - Le Mans

    GCF-Transalp's construction site underway to renovate track 1 as well

    GCF-Transalp Renouvellement's Suite Rapide in full operation for the completion of the renovation work planned by the SNCF for the very important 420 000 Paris-Montparnasse - Brest line, along the Chartres - Le Mans railroad.

    Read more

  • Rejuvenates the historic "watchmakers' line"

    Work started by GCF on the line from Besançon to Switzerland

    GCF France at work in Burgundy-Franche-Comté on the renovation and rehabilitation of Railway Line 872 000, a historic mountain line that has linked Besançon to La Chaux-de-Fonds in Switzerland since 1884. The modernization work, planned by SNCF Réseau, operator of the French rail network, was awarded - for the part concerning the track equipment - to the consortium formed by GCF France, ETF, Feroway and Champenoise.

    Read more

  • Suite Rapide 2024: start in Limoges

    GCF's new fast renovation site launched

    Two months of work for the first Suite Rapide's construction site of the year. Epicentre Limoges, capital of the Haute Vienne sector in New Aquitaine, the birthplace of Renoir, famous since the Middle Ages for its fine porcelain. Here GCF-Transalp made its debut on Monday 29 with the railway renewal convoy.

    Read more

  • Master Engineers 2024 kicks off

    Enrolment open until January 31th

    Last days for enrolment - extended from 15 to 31 January - in the 2nd Level University Master's Degree Course in Railway Infrastructure and Systems Engineering proposed by La Sapienza University of Rome also for 2024 with the collaboration of major companies in the railway sector.

    Read more

  • 11 years in Suite Rapide for France

    Over 2,100 km renewed by GCF-Transalp's convoys

    Eleven years of fast renovation, more than 2,100 kilometres of ballast renewal and track, rail and sleeper replacements. With 2023, the GCF-Transalp's railways are sealing a commitment that in 132 months has seen them operate more than 60 renovation sites in 'Suite Rapide', and they are preparing to tackle further and quickly, new sites planned in France in 2024.

    Read more

  • Top 200 Builders: GCF Confirms the 8th position

    First specialist in the Construction firms Rankings

    First specialist and 8th overall in the Top 200 ranking compiled again this year by Studio Guamari. GCF Railway company, together with Gefer, also confirms for 2023 its leadership role among specialists and its prestigious position among Construction Firms.

    Read more

  • Felix Industry: GCF in the Roll of Honor 2023

    High Honor of Budget for virtuous enterprises

    Performing at the management level, financially reliable, sustainable. These are the 196 most competitive companies in Italy honored on Monday in Milan with the High Honor of Budget, Industria Felix Award. Also on the catwalk of honor at Palazzo Mezzanotte was GCF, the only one representing the Railway Construction Sector.

    Read more

  • Sir2 in Padua at the starting line

    New monorail rubber tramway line awarded

    Sir2 will soon be a reality. The city of Padua's new constrained-guided tramway line, awarded in recent days in two functional lots, is about to open construction sites with a promise to be delivered by June 2026. .

    Read more

Media Area

Enter the section

contact us

GCF s.p.a. Head Offices

CORPORATE HEAD OFFICES

Viale dell'Oceano Atlantico, 190
00144 Rome ITALY

OFFICE HOURS

Monday-Friday
8:30 AM - 7:00 PM
Saturday
Closed

CALL US

Tel.
+39 06 597 831
Email: :
gcf@gcf.it